SOS vacanze map unavitainvacanza.it

Benvenuti

In questa pagina voglio dare alcuni suggerimenti basandomi sulla mia esperienza personale.

Ho passato trent’anni a girovagare per il mondo e credo sia giusto condividere con voi le mie conoscenze su come affrontare al meglio un viaggio.

Voi sentitevi liberi di seguire o meno questi consigli, nei commenti sarò lieto di approfondire le vostre richieste personali.

 

SOS vacanze indice contenuti:

 

 

 Aeroporto come comportarsi

 

SOS vacanze

 

Ci tengo a dirvi una cosa.

  • Lo sapete che sull’aereo i posti sono assegnati?
  • Lo sapete che l’aereo non parte se non ha imbarcato tutti i passeggeri?
  • Lo sapete che fare la fila al check-in non è un obbligo?

Allora perché arrivare in aeroporto tre o quattro ore prima, per fare una coda di un ora al check-in, andare al gate e aspettare ancora, per poi stare in piedi a fare mezzora di fila, e finalmente quando arrivate sull’aereo, dovete aspettare che carichino tutti i passeggeri?

 

Consiglio: Cominciate la vacanza da casa.

 Arrivate in aeroporto comodi al tempo giusto. Non fate la fila per i bagagli, anche perché avete quello a mano, vero!! Prendetevi un drink, un caffè e quando al check-in non c’è più nessuno vi avvicinate.

 

Questa strategia oltre a non stressarvi, molte volte porta all’assegnazione automatica di posti avanzati vuoti. Ho fatto il 60% dei miei viaggi sdraiato a dormire su tre sedili. 🙂

La stessa cosa all’imbarco, aspettate che entrino tutti, almeno che non abbiate la business, rimanete seduti, comodi, rilassati, quando non vedete più un’anima, vi accingete e in 5 secondi fate le pratiche per imbarcarvi. Tanto il posto già è assegnato!

A questo punto, tempo massimo quindici minuti e l’aereo parte.

Quale meta scegliere?

 SOS vacanze maps mappa location

 

Questo è molto soggettivo in base al tipo di vacanza che volete affrontare, quanto budget avete e che tipo di nucleo siete. Famiglia, coppia, amici, gruppi, single e così via.

Tenete a mente e che ci sono tantissime opportunità per ogni destinazione. Faccio un esempio.

Se siete una famiglia con bambini piccoli, la scelta secondo me, non può che ricadere sul villaggio turistico.

Sia in Italia, sia all’estero, queste strutture danno un servizio per i bambini dai 0 ai 17 anni. Potete così passare una vacanza senza pensare ai vostri pargoli e godervi un po’ di privacy.

Qui si apre una voragine su quale operatore scegliere, quello che mi sento di dirvi, fidatevi dei grandi tour operator, hanno sempre un’organizzazione efficiente.

Altri consigli preferirei darli personalmente nei commenti caso per caso,perché le varianti sono talmente infinite che dovrei scrivere un papiro.  🙂

Che bagaglio mi porto?

 SOS vacanze quale bagaglio

 

Il mio consiglio: bagaglio a mano sempre!

Sia per agevolazioni di imbarco, sia di sicurezza, sia perché state andando in vacanza, non traslocando!

Ad esempio se siete una coppia e decidete di fare un viaggio in una meta esotica, cosa c’è di più bello nel godersi la vacanza più selvaggia possibile?

Allora lasciate a casa tutto quello che normalmente vi portereste e optate per un paio di infradito, pareo, un necessaire ovviamente e pochi capi adatti al luogo in cui andate.

Alle Maldive non portatevi i Tacchi!!! A Zanzibar non dovete fare una sfilata di moda!!!
Due magliette, due vestitini, intimo e godedevi il massimo della libertà. Fidatevi.

In caso di bisogno comprate sul posto hanno infinite scelte.

 

Consiglio: In caso decidete di portarvi “casa” e quindi bagaglio da stiva, dividete sempre la roba, metà in una valigia metà in un’altra. In caso di smarrimento di un bagaglio avete sempre una sicurezza in più. Anche nel in quello a mano, mettete sempre un kit di sopravvivenza vestiti. 🙂

 

Consiglio: so che siete affezionati al vostro bagnoschiuma, shampoo, dentifricio, ma vi assicuro che nelle maggiori località turistiche si trovano prodotti locali di qualità, costano poco, e vi danno la possibilità di guadagnare spazio e peso. Stiamo parlando di una settimana in fondo.

 Quali medicine portare?

SOS vacanze medicine

 

Se avete esigenze particolari direi proprio di sì. Altrimenti a mio avviso solo qualche aspirina e una scatola di cerotti è più che sufficiente.

Le strutture organizzate hanno sempre un’infermeria per necessità. È un servizio extra, a volte, ma state sicuri che per interventi generici site coperti.

 

Consiglio: Ricordatevi sempre che insieme al vostro pacchetto comprate anche un’assicurazione di viaggio che vi rimborsa in caso di necessità. Chiedete sempre alle assistenti sul posto.

Devo fare i vaccini?

SOS vacanze vaccino

 

Qui apriamo una parentesi importante.

Personalmente in trent’anni non ho fatto alcuna vaccinazione.

Ci tengo a sottolinearlo, perché c’è mala informazione su questo argomento. Voi consultatevi comunque con il vostro medico di fiducia.

Non ci sono vaccinazioni obbligatorie da effettuare prima di partire per la maggior parte delle destinazioni turistiche più comuni.

Le uniche vaccinazioni obbligatorie eventualmente sono contro la febbre gialla per i viaggiatori che giungono da paesi dove la febbre gialla è a rischio contagio.

La miglior vaccinazione a mio avviso è la prevenzione.

La profilassi antimalarica, sia con Malarone, sia con Lariam, copre dal 20 al 30% dei ceppi di Malaria, e c’è ne sono più di 40.

Gli effetti collaterali sono devastanti, vi rovinate la vacanza e basta. Anche perché l’incubazione è di quasi un mese! Ergo in vacanza non vi ammalate!

Consiglio: Acquistate solo bevande sigillate in bottiglia, attenti ad aggiungere ghiaccio. Non mangiate frutti di mare locali, pesce crudo e per la verdura preferibilmente cotta.

 

In genere le strutture turistiche più importanti sono comunque sicure e controllate.

Attenzione! Questo è solo il mio consiglio non voglio assolutamente condizionarvi sulle vostre scelte.

 Cosa mangiare?

SOS vacanze cosa mangiare

 

Io direi cibo locale. Non cercate casa anche all’estero, siete in vacanza! Immergetevi nelle tradizioni, assaporate la cultura locale.

Se proprio non resistete un piatto di pasta lo trovate sempre, sia nella vostra struttura, sia nei ristoranti all’esterno ormai presenti ovunque.

 

Consiglio: se avete comprato una vacanza in villaggio o resort, che sia una vacanza. Se il ristorante apre alle 19.30 non andate lì davanti alle 19.28. Rilassatevi, prendetevi un drink con i piedi sulla sabbia, fate altro… e con poi calma quando vi va, andate a mangiare.

Ma che fretta avete? Mai capito.

 Quale è il periodo migliore?

 SOS vacanze meteo

 

Molto dipende dalla destinazione, ovvio.

Tenete presente che ai Caraibi, per esempio, i mesi da giugno a ottobre sono più a rischio uragani, dipende anche dal luogo preciso, mese più mese meno. Ma non è una regola assoluta.

Il clima è molto cambiato.

Comunque per essere sicuri optate per dicembre-aprile.

Per l’Oceano Indiano, il periodo da aprile a novembre è rischio piogge a causa dei monsoni, ma considerate anche il fatto che dipende molto se andate più a sud o a nord.

Esempio a Zanzibar è sconsigliato il periodo aprile-luglio, mentre in Madagascar lo stesso periodo è la stagione più bella.

Altri luoghi tipo Messico, Australia e USA essendo vastissimi, hanno proprio dei microclimi ben distiniti, quindi dipende dalla location esatta dove andate.

 

Consiglio: la pioggia è acqua. Ho visto scene di panico su atolli delle Maldive, o isole come Zanzibar, dove appena cominciava a piovere la gente scappava come uno struzzo inseguito da un leone.

Ma quando fate la doccia che succede?

Siete in vacanza a 30 gradi, in un posto esotico, arriva un po’ d’acqua e allora? Bagnatevi!!! Anzi buttatevi in mare, giocate divertitevi, cambiate le regole. Insomma vivetevi la vacanza anche per questo.

Conclusione

Quello che vorrei trasmettervi è la sensazione di staccare la spina del tutto quando siete in vacanza. Spero di avervi dato dei suggerimenti utili. Non apro il dibattito sul wi-fi o gli smartphone, che a mio avviso dovete proprio dimenticare.

E voi come vi comportate in vacanza? Fatemi sapere le vostre opinioni.

un saluto a tutti

Mario

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.